27 Ottobre 2012

Tisane per contrastare l'emicrania

Emicranie e mal di testa sono disturbi che possono causare dolori intensi a tal punto da mettere fuori uso chiunque per ore e ore. In commercio, si possono trovare diversi farmaci appositamente studiati per trattare le cefalee, ma esistono altresì rimedi naturali efficaci come le tisane. Di seguito, illustreremo alcune tisane che, grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, vasodilatatrici e rilassanti, sono utili per contrastare l'emicrania.

► Corteccia di salice (Salix alba)

La corteccia di salice contiene una sostanza chiamata salicina, un composto analgesico e antinfiammatorio simile all'acido salicilico, elemento da cui viene esterificato il principio attivo dell'aspirina. Sebbene gli effetti della salicina non sono rapidi come quelli dell'aspirina, riescono a durare più a lungo perché la salicina rimane in circolo per periodi di tempo più prolungati. Un ulteriore vantaggio è che la corteccia di salice non è così irritante per lo stomaco come invece lo è l'aspirina.

Il decotto alla corteccia di salice prevede l'utilizzo di 5 grammi di corteccia. Mettere a bollire la corteccia di salice in 150-200 ml di acqua, per 10 minuti. Lasciare in infusione per altri 10 minuti. Filtrare. Infine bere lontano dai pasti. Questo decotto, grazie alla presenza di glucosidi dell'acido salicilico, è particolarmente utile per contrastare emicranie dovute a stati febbrili e a temperature del corpo troppo alte.

► Fiori di tiglio (Tilia cordata)

I fiori di tiglio hanno un sapore leggermente pungente e contengono una sostanza conosciuta come farnesolo, un sesquiterpene che agisce come antispasmodico e rilassante muscolare. I fiori di tiglio possono essere impiegati per combattere l'emicrania associata a una pressione sanguigna elevata, in quanto agiscono andando a rilassare i vasi sanguigni. Tali fiori vengono usati solitamente in combinazione con altre erbe come la corteccia di salice, il rosmarino, e le foglie di menta.

Per la tisana abbiamo bisogno di 3-4 grammi di fiori di tiglio. Infondere i fiori in 100 ml di acqua bollente. Attendere 5 minuti. Filtrare, quindi bere.

► Partenio (Tanacetum parthenium)

Per preparare le tisane al partenio si usano le parti aeree e i fiori della pianta. Grazie ai suoi composti sesquiterpeni, il partenio riduce i sintomi dell'emicrania intervenendo sul rilascio della serotonina, e riducendo la vasocostrizione dei grandi vasi intracranici.

La tisana al partenio necessita di circa 3 grammi di foglie secche di partenio. Mettere le foglie secche in una tazza. Versare 100 ml di acqua bollente su di esse. Attendere circa 8 minuti. Filtrare, quindi bere.

► Zenzero (Zingiber officinale)

Grazie all'alto contenuto di gingeroli, zingerone, shogaoli, sesquiterpeni e monoterpeni, lo zenzero possiede capacità anti-nausea e antiemetiche efficaci contro nausea e vomito che spesso accompagnano un attacco di emicrania.

Per fare una semplice e veloce tisana allo zenzero, basta tagliare a fettine, o tritare, 2-3 grammi di radice di zenzero. Mettere le fette in un bollitore con circa 150-200 ml di acqua. Portare a ebollizione. Subito dopo spegnere. Filtrare. Infine bere.

► Radice di valeriana (Valeriana officinalis)

La valeriana possiede un buon effetto sedativo e spasmolitico per via di componenti quali valepotriati, monoterpeni iridoidi, oli volatili, sesquiterpeni e alcaloidi piridinici. Questi composti sono particolarmente utili per rilassare e sedare l'organismo, contrastando le cefalee causate da stress, nervosismo, e pressione alta.

La tisana alla radice di valeriana richiede 2 grammi di radice di valeriana polverizzata. Far scendere la polvere in una tazza vuota. Versare 100 ml di acqua bollente su di essa. Lasciare in infusione per 10 minuti. Filtrare. Se si vuole correggere un po' il gusto, aggiungere qualche foglia di menta oppure qualche goccia di limone.

Se non si dispone della radice polverizzata, è possibile preparare l'infuso contro l'emicrania utilizzando la radice fresca. Abbiamo bisogno di 3-4 grammi di radice fresca di valeriana. Versare le radici in circa 200 ml di acqua bollente. Lasciare in infusione per 30 minuti. Filtrare. Infine bere. Se si desidera, dolcificare con un cucchiaino di miele.

Le tisane sopra descritte, grazie alle loro proprietà calmanti e analgesiche riescono ad alleviare il dolore e i fastidi causati da emicranie e altri tipi di cefalea. Si ricorda che prima di utilizzare qualsiasi rimedio naturale è necessario consultare il proprio medico.

Commenti e opinioni