28 Marzo 2016

Enzimi alti nel fegato, dolori addominali al lato destro e stanchezza

Nel quadrante destro dell'addome sono localizzati il fegato, la cistifellea e parte dell'intestino, compreso l'appendice. Quando si hanno valori alti degli enzimi epatici e si avverte dolore addominale alla zona destra e senso di stanchezza, le possibili cause di questi problemi possono essere dovute agli organi situati nel lato superiore destro dell'addome. Le più probabili fonti di tali sintomi sono il fegato e la cistifellea.

Colelitiasi (calcolosi biliare)

La cistifellea, o colecisti, è un organo a forma di pera che si trova appena sotto il fegato, nel quadrante destro superiore dell'addome (nell'immagine qui sopra è rappresentata in verde). La colelitiasi, o calcolosi biliare, è una formazione di calcoli biliari nella cistifellea.

Nella maggior parte dei casi la semplice colelitiasi non produce sintomi, rimane dunque asintomatica anche per svariati anni. A volte però i calcoli possono incunearsi nelle vie biliari causando le coliche biliari. Questa ostruzione produce dolore perché la colecisti si infiamma e va a irritare il sensibile rivestimento della cavità addominale o le strutture circostanti. I valori degli enzimi epatici cominciano ad aumentare nel momento in cui il fegato si infiamma e le cellule del fegato (epatociti) subiscono danni. L'affaticamento è una reazione comune che si verifica quando il corpo deve far fronte allo stress dell'infiammazione. La colica biliare può essere a volte associata anche alla presenza di ittero, nel caso in cui il fegato risulti particolarmente coinvolto.

Epatite virale

I virus epatotropi colpiscono le cellule del fegato innescando un processo infiammatorio che porta alla loro morte. In genere, le malattie infettive a carico del fegato causano bruciore e dolore al lato destro dell'addome accompagnati da un aumento degli enzimi epatici e da stanchezza.

Comunemente, cibo o acqua contaminati sono la principale causa dell'infezione da epatite A (HAV), anche se la trasmissione avviene altresì attraverso il contatto con i fluidi corporei di persone contagiose. L'epatite B (HBV), C (HCV) e D (HDV) si diffondono soprattutto attraverso un rapporto sessuale o altro tipo di contatto che prevede uno scambio di fluidi corporei, trasfusioni di sangue nonché uso di droghe per iniezione. L'epatite E (HEV) si diffonde principalmente mediante l'ingestione di liquidi contaminati da feci (trasmissione oro-fecale).

Steatosi epatica (fegato grasso)

La steatosi epatica non alcolica è causata da un accumulo di grasso nel fegato. I fattori di rischio per la steatosi epatica, e per la progressione della steatoepatite non alcolica più grave, sono l'obesità, il colesterolo alto e il diabete.

I lipidi che si accumulano a livello del tessuto epatico vanno a ingrossare il fegato apportando diversi danni alle cellule, fino alla necrosi degli stessi epatociti. I sintomi associati alla steatosi epatica sono: dolore al lato destro dell'addome, valori degli enzimi epatici alti e stanchezza, a cui spesso si aggiungono anche nausea e ittero.

Tumore

Il tumore al fegato o alla colecisti è un'altra possibile causa dell'aumento degli enzimi epatici, accompagnato da dolore nel quadrante superiore destro dell'addome e da affaticamento. Il cancro al fegato si verifica più spesso nelle persone che hanno già sofferto di epatite o cirrosi epatica. Il tumore alla cistifellea è piuttosto raro nei paesi occidentali, e interessa più le donne che gli uomini, con un rapporto di 4:1.

Altre cause

Altre possibili cause del dolore alla zona destra dell'addome associato a valori alti degli enzimi epatici e stanchezza possono essere: abuso di medicinali e/o alcolici, shock, eccessivo esercizio fisico, sindrome di HELLP durante la gravidanza, infarto miocardico, e malattie autoimmuni.

Commenti e opinioni