08 Ottobre 2012

Lo yoga può contrastare la caduta dei capelli?

Le posture dello yoga sono particolarmente utili per alleviare tensione e ansia, ma anche per facilitare le funzioni digestive e migliorare la circolazione del sangue, tutti fattori strettamente legati alla salute dei capelli.

Tra le asana yoga più efficaci per facilitare la circolazione nel cuoio capelluto, aumentando l'ossigenazione dei vasi sanguigni e quindi promuovendo la salute dei capelli, si consigliano: Ustrasana (Postura del cammello), Adho Mukha Svanasana (Posizione del cane con la testa in giù), Sarvangasana (Posa della Candela), Uttanasana (Piegamento frontale in piedi), Salamba Sirsasana (In piedi sulla testa), e Vajrasana (Posizione del tuono o del diamante). Le posture yoga aiutano a ridurre lo stress mentale e la tensione nei muscoli del collo e delle spalle, e tutto ciò contribuisce molto ad avere un organismo più funzionante e quindi dei capelli più sani.

Potete cliccare sulle miniature qui sotto per ingrandire le immagini e vedere le asana sopra elencate:

Uttanasana (Piegamento frontale in piedi)Adho Mukha Svanasana (Posizione del cane con la testa in giù)Sarvangasana (Posa della Candela)Ustrasana (Postura del cammello)Salamba Sirsasana (In piedi sulla testa)Laghu Vajrasana (Posizione del tuono o del diamante)

Anche alcuni esercizi per il collo sono utili per frenare la caduta dei capelli. Per esempio, si può girare lentamente la testa a destra per 5 volte, poi verso sinistra per altre 5 volte, quindi sollevare il capo verso l'alto per 3 volte, e per altre 3 volte verso il basso; infine, girare lentamente la testa in un movimento circolare, ripetendolo per 3 volte in tutte e due le direzioni. Un semplice esercizio come questo contribuisce a sciogliere la tensione accumulata nella zona del collo e delle spalle.

Tra le altre posizioni utili per favorire la flessibilità della colonna vertebrale, e quindi permettere all'energia di muoversi più liberamente nel corpo, vi è la Chakravakasana (Posizione del gatto che si stira). Questa asana aumenta l'elasticità della spina dorsale e della cassa toracica andando a lavorare in compressione e allungamento delle zone posteriori e frontali. In questo modo si migliora altresì la respirazione.

Un'altra tecnica che possiamo citare è quella del Balayam, che alcuni credono sia specifica per contrastare la caduta dei capelli, ma vi sono non pochi dubbi a riguardo.

Oltre a eseguire queste asana dello yoga, per contrastare la caduta dei capelli si raccomanda di praticare dei lievi massaggi sullo scalpo. Un delicato massaggio alla testa fatto con la punta delle dita può aiutare a migliorare il flusso di sangue ai follicoli e favorirne la crescita. Se si vuole, si può usare dell'olio d'oliva (che tra l'altro contiene un ottimo nutrimento come la vitamina E) in modo da contribuire a rafforzare i capelli fragili. Bastano giusto poche gocce per nutrire in profondità il cuoio capelluto, massaggiando delicatamente per circa 10 minuti, esercitando una leggera pressione, con movimenti ciclici su tutta la testa e sulle tempie.

Anche la meditazione come forma di yoga è utile per arrestare la caduta dei capelli. Per cominciare con una semplice meditazione, bisogna mettersi in una posizione comoda, preferibilmente tenendo le gambe incrociate e gli occhi chiusi, facendo attenzione alla respirazione.

Lo yoga può essere un valido aiuto contro la caduta dei capelli perché grazie alle sue asana migliora la circolazione del sangue nella parte superiore del corpo, oltre a favorire un benessere psico-fisico generale diminuendo stress e ansia, e ciò contribuisce a ringiovanire le radici dei capelli.

Commenti e opinioni