14 Gennaio 2015

Kiwi: proprietà e benefici della frutta più ricca di vitamina C

Il kiwi è un delizioso frutto di origini cinesi, anche se si deve ai neozelandesi lo sviluppo della sua coltivazione intensiva, grazie alla quale lo possiamo trovare oggi, comunemente, nei nostri mercati e sulle nostre tavole (tanto che l'Italia è attualmente uno dei produttori mondiali leader del mercato). Il kiwi è una delle frutte più ricche di vitamina C, e possiede molte proprietà benefiche legate non solo a questo composto ma anche a tanti altri nutrienti essenziali per la nostra salute.

La sua polpa verde è dolce ma al tempo stesso gradevolmente acidula; contiene per circa l'85% acqua, un'eccellente quantità di vitamine, sali minerali (potassio, sodio, fosforo, calcio, magnesio, ferro), fibre, zuccheri (poco meno di 45 calorie per 100 grammi di prodotto), e una minima quantità di grassi.

La vitamina C (o acido ascorbico) è presente nel kiwi in altissima percentuale (pressappoco 90 milligrammi ogni 100 grammi), tant'è che basta un kiwi al giorno per soddisfare il fabbisogno quotidiano di questo importante elemento (90 mg di vitamina C per gli uomini e 75 mg per le donne). La vitamina C è fondamentale soprattutto durante le stagioni fredde poiché rinforza il sistema immunitario e aiuta a combattere i radicali liberi. Questa vitamina è uno degli antiossidanti naturali per eccellenza, con il vantaggio di difendere anche l'organismo dall'inquinamento e dagli agenti tossici; inoltre influisce positivamente sulla circolazione sanguigna, aiuta a espellere il colesterolo in eccesso, contribuendo alla prevenzione da infarto e arteriosclerosi. Infine, la vitamina C è utile per l'assorbimento del ferro (soprattutto quello presente nei vegetali, il ferro non-eme) e quindi è preziosa per coloro che soffrono di anemia.

Un'altra sostanza antiossidante presente nel kiwi è la vitamina E, necessaria per contrastare gli effetti dell'invecchiamento dei tessuti, aiutandoli a mantenere giovani, elastici e idratati. 

Il ferro e il magnesio contenuti nei kiwi permettono di tenere sotto controllo l'azione dannosa dello stress quotidiano, mentre il potassio, per il suo potere rinvigorente e stimolante, è utile in caso di astenia e depressione. Oltre a ciò, questi sali minerali sono utilissimi per gli sportivi poiché aiutano a evitare i crampi, contribuendo a rilassare i tessuti muscolari.

Dato che non possiede un elevato contenuto calorico e ha altresì un ridotto apporto di grassi, il kiwi può essere tranquillamente introdotto in un regime dietetico volto al mantenimento della forma fisica. È inoltre dissetante, rinfrescante e diuretico. È una merenda ideale per i bambini e uno spuntino leggero per chi deve spezzare la fame in ufficio.

Il suo contenuto di fibre non può che apportare benefici anche a chi soffre di stitichezza: per questo motivo i kiwi possono essere consumati al mattino, a digiuno, e diventare quindi preziosi alleati per l'intestino grazie alle loro proprietà leggermente lassative.

Commenti e opinioni