04 Settembre 2012

Le migliori destinazioni per fare whale watching

Il whale watching (letteralmente "osservare le balene") è un'attività molto emozionante che consiste nell'andare a vedere queste magnifiche creature marine nel loro ambiente naturale e senza disturbarle.

Esistono diversi luoghi sparsi per il mondo in cui poter incontrare i cetacei, questo perché balene, orche e delfini sono creature che migrano, e molti di loro percorrerono anche lunghissime distanze per alimentarsi e riprodursi. Qui sotto troverete le migliori destinazioni al mondo per fare whale watching:

► Fiume San Lorenzo, Canada

La riva nord del fiume di San Lorenzo, vicino al Quebec, è uno dei pochi luoghi in cui è possibile avvistare la balenottera azzurra. Vi sono talmente tanti cetacei in questa zona che in Quebec viene individuata con l'espressione "Routes de Baleines" ovvero la "strada delle balene". Fare whale watching in quest'area significa avere la possibilità di ammirare tante specie di balena, oltre alla già citata balenottera azzurra, troviamo la balenottera minore o rostrata, la balenottera comune, la megattera, la balena franca nordatlantica e il carinissimo beluga o balena bianca, ma vi sono altresì focene, delfini e foche.

► Kaikoura, Nuova Zelanda

Uno dei posti migliori per vedere le balene è la Nuova Zelanda, e precisamente presso l'Isola del Sud. Kaikoura è un posto rinomato per l'avvistamento di balene perché un gran numero di esse sono attratte da questo luogo, o meglio dai fondali profondi dove le correnti calde e fredde si incontrano creando un ambiente ricco di sostanze nutritive gradite ai cetacei. Anche i capodogli si ritrovano qui, insieme a una delle specie di delfino più rare al mondo ovvero il cefalorinco di Hector.

► Hermanus, Sudafrica

Una delle destinazioni per fare whale watching da terra senza salire su una barca, è Hermanus, in Sudarica. A dire il vero questo posto è talmente rinomato che ogni anno viene organizzato anche un festival in onore dei cetacei. Nelle acque di Hermanus ci sono davvero tanti mammiferi acquatici, con molte specie di balene e delfini, una vera e propria "via della balena" che si estende per più di 1600 chilometri, da Città del Capo fino a Durban. Il periodo migliore per fare whale watching nel Sud dell'Africa è tra giugno e novembre.

► Isole Lofoten, Norvegia

Se amate le orche, le Isole Lofoten, al di sopra del Circolo Polare Artico, in Norvegia, sono decisamente il posto dove andare. Tali isole rappresentano il luogo perfetto per poter ammirare le orche e le balene che, tra ottobre e metà gennaio, arrivano qui per nutrirsi di aringhe, e tutto succede appena a 6 miglia dalla costa. Se a ciò si aggiunge il fatto che in questo periodo potreste persino vedere l'aurora boreale, il viaggio risulterà ancora più magico.

► Azzorre

Questo arcipelago composto da isole vulcaniche al centro dell'Oceano Atlantico ha fatto del whale watching una vera e propria attrazione turistica. Al largo delle Azzorre nuotano indisturbate fino a 20 specie di balene e delfini. Questo è uno dei pochi posti in cui si ha la possibilità di individuare la più grande delle balene, la balenottera azzurra, oltre a orche e delfini. Tra aprile e settembre è il periodo migliore per fare whale watching nelle Azzorre.

► Husavik, Islanda

Húsavík è la sede del Whale Museum dell'Islanda. In questa cittadina, i visitatori possono fare whale watching navigando su antiche imbarcazioni da pesca restaurate. Le acque islandesi sono popolate da balenottere rostrate, capodogli, megattere, delfino lagenorinco rostrobianco, e raramente anche da balenottere azzurre.

► Baia di Hervey, Australia

Hervey Bay, nel Queensland, a nord-est dell'Australia, è popolare almeno quanto Hermanus per l'attività di whale watching. Le isole di Fraser riparano le acque di Hervey Bay fornendo le condizioni perfette per la migrazione delle balene tra luglio e novembre. La megattera è la specie predominante, e questo è uno dei posti migliori per osservare i cetacei con i loro piccoli.

► California, USA

Il Mare di Cortez o Golfo di California è un tratto di mare che separa la penisola californiana dal territorio messicano, un luogo in cui è possibile avvistare la balena grigia e la megattera. In questa zona trovano casa anche delfini e mante giganti. Inoltre, nei tratti di mare tra Point Reyes e Santa Barbara sono presenti megattere, cogia di Owen, e più raramente la balenottera azzurra.

► Alaska, USA

Dopo aver trascorso l'inverno nelle acque più calde della California, le balene tornano verso nord, in Alaska. Si calcola che circa 20.000 balene grigie si dirigono verso le acque del Canale di Chatham e Port Adolphus, all'interno dello splendido Glacier Bay National Park. Lungo tutto il percorso migratorio delle balene ci sono diversi posti in cui sostare e da cui è possibile ammirare lo spettacolo; tuttavia, uscire in mare a fare whale watching in barca è senza dubbio meglio.

► Golfo di Biscaglia, Spagna

Il Golfo di Biscaglia o Golfo di Guascogna si trova sulla parte atlantica delle coste di Francia e Spagna. Il miglior whale watching nel Golfo di Biscaglia è al largo della costa settentrionale della Spagna, dove le acque sono frequentate da balene pilota, orche e balenottere comuni, nonché diverse specie di delfini. Agosto è il momento migliore per andare.

► In Italia?

L'Italia non è di certo tra le prime destinazioni per il whale watching, eppure anche da noi è possibile praticare questa attività presso il Santuario dei Cetacei, un'area protetta nel Mediterraneo situata tra Liguria e Corsica. Qui è possibile avvistare: la balenottera comune, il delfino comune, il capodoglio, la stenella striata, il tursiope, il globicefalo, lo zifio e il grampo. Più raramente sono presenti lo steno, l’orca, la pseudorca e la balenottera minore.

Altri luoghi rinomati per fare whale watching sono l'Antartide, le Isole Galapagos, le Hawaii e la Scozia.

Commenti e opinioni