Balasana

Balasana - Posizione Del Bambino

Il termine sanscrito Balasana è composto da bala, ovvero "bambino", e asana, "posizione". Balasana significa quindi posizione del bambino. Si tratta di una delle posture yoga in ginocchio più praticate poiché non è difficile da fare e apporta numerosi benefici al corpo e alla mente. Di seguito vedremo come si fa Balasana, quali sono le variazioni, i benefici e le controindicazioni.

Vrikshasana

Vrikshasana - Posizione Dell'Albero

Le parole sanscrite vrksa e asana significano rispettivamente "albero" e "posizione". In italiano Vrikshasana o Vrksasana si traduce letteralmente come la posizione dell’albero. Si tratta di una postura in piedi utile per migliorare l'equilibrio psico-fisico e molti altri aspetti della mente e del corpo. In questo articolo vedremo come si fa Vrikshasana, quali sono i suoi benefici, le variazioni e le controindicazioni.

Paschimottanasana

Paschimottanasana - Piegamento In Avanti Da Seduto

Il termine paschima in sanscrito vuol dire "ovest" oppure "indietro", con riferimento alla parte posteriore del corpo, mentre la parola uttana significa "stiramento intenso" (Ut sta per "intenso" e Tan sta per "allungare"); asana significa "posizione". Paschimottanasana è traducibile come la "posizione dell’allungamento del dorso". In italiano questa postura è conosciuta comunemente come la posizione del piegamento in avanti da seduto oppure posizione della pinza seduta.

Setu Bandhasana

Setu Bandhasana - Posizione Del Ponte Contratto

Le parole sanscrite setu e bandha significano rispettivamente pontecontrazione, mentre asana significa posizioneSetu Bandhasana può quindi essere tradotta come la posizione del ponte contratto. Questa postura è nota anche con il nome di Setu Bandha Sarvangasana.

Vajrasana

Vajrasana - Posizione Del Diamante o Del Fulmine

Il termine sanscrito vajra può essere tradotto sia con "fulmine" sia con "diamante", mentre asana significa "posizione". Dunque, Vajrasana è la posizione del fulmine (o del tuono) oppure posizione del diamante. È una postura yoga semplice da fare e molto efficace per tonificare e rinforzare i piedi, le gambe e le ginocchia, e per migliorare la digestione. Prima di elencare tutti i benefici di questa posizione, vediamo come si fa.

Adho Mukha Kapotasana (Posizione Del Piccione Che Dorme o Posizione Del Cigno Che Dorme)

Adho Mukha Kapotasana - Posizione Del Cigno Che Dorme

In sanscrito, Adho significa "in basso", Mukha significa "faccia", mentre Kapota "piccione" e Asana "posizione". Adho Mukha Kapotasana è dunque la posizione del piccione che dorme (sleeping pigeon pose), anche nota come posizione del cigno che dorme (sleeping swan pose). È una postura che, se eseguita correttamente, apporta diversi benefici, soprattutto a livello della zona lombare, delle anche, dell'inguine e delle ginocchia.

Virabhadrasana 2

Virabhadrasana II - Posizione Del Guerriero 2

In sanscrito vira significa "eroe" mentre bhadra significa "amico"; asana sta per "posizione". Virabhadrasana in italiano è nota come la posizione del guerriero. Esistono diverse posture del guerriero, ma le più comuni sono cinque. Di seguito vedremo come fare la posizione del guerriero 2 (Virabhadrasana II), quali sono le sue variazioni più comuni, i benefici e le controindicazioni.

Adho Mukha Svanasana

Adho Mukha Svanasana - Posizione Del Cane A Testa In Giù

I termini Adho Mukha Svanasana significano rispettivamente "in basso" (adho), "viso" o "muso" (mukha), "cane" (svana), e "posizione" (asana). In italiano, questa postura yoga è conosciuta come la posizione del cane a testa in giù.