23 Gennaio 2014

Allenamento addominali da fare in piscina

Svolgere attività fisica in acqua è un ottimo modo per allenarsi al meglio senza esercitare un eccessivo impatto traumatico sugli arti e sulle articolazioni. In piscina è possibile praticare tantissimi esercizi utili per allenare qualsiasi parte del corpo. Oggi però ci occuperemo degli addominali, e vedremo come allenarli in modo semplice, efficace, e soprattutto divertente!

Elevazione gambe

Sfruttare l'acqua come elemento di resistenza è un metodo molto buono per ottenere il massimo dagli esercizi addominali che si svolgono in piscina. Per eseguire l'elevazione delle gambe in piscina, procedere in questo modo: trovare un punto in cui l'acqua non sia troppo alta, che quindi non vada oltre il petto; stando in posizione verticale, poggiare la schiena contro la parete della piscina e tenersi con le braccia sul bordo vasca; a questo punto, si può procedere con l'esercizio vero e proprio, che consiste nel sollevare le gambe tenendole unite e tese; alzare le gambe fino a che siano parallele al pavimento della piscina, e cercare di rimanere in questa posizione per circa 10 secondi; quindi, tornare alla posizione di partenza. Ripetere l'elevazione delle gambe per 10-15 volte.

Il medesimo esercizio può essere fatto tenendosi a galla con un tubo galleggiante come quelli giallo e rosso nella foto qui sopra.

Rotazioni in acqua

La rotazione in acqua può essere un esercizio davvero molto divertente, ed è anche un ottimo allenamento per tutti i muscoli addominali, in particolare per quelli laterali. Per fare le rotazioni in acqua procedere così: innanzitutto distaccarsi dai bordi della piscina e galleggiare sulla schiena; incrociare le braccia sul petto e le gambe mettendole una sopra l'altra, galleggiando sempre sulla schiena; da questa posizione, facendo forza con i muscoli addominali, roteare rapidamente verso destra, compiendo un giro completo di 360 gradi. Fare da 10 a 15 rotazioni per lato, quindi riposarsi per 30 secondi circa, e poi ripetere l'esercizio per l'altro lato.

Se si hanno delle difficoltà a galleggiare, è possibile utilizzare un galleggiante o una palla gonfiabile da tenere con le mani, sul petto, anziché incrociarle.

Gambata a delfino

La gambata a delfino è uno dei migliori esercizi per sviluppare addominali, glutei e muscoli delle gambe. Per eseguire la gambata delfino, procedere in questo modo: posizionarsi di fronte a una delle pareti della piscina, possibilmente dove l'acqua non superi il petto, e aggrapparsi con entrambe le mani sul bordo vasca; pian piano sollevare il proprio corpo, portandolo a galla, quasi perpendicolare al pavimento della piscina; mantenendo le gambe unite, eseguire la gambata a delfino, imitando appunto il movimento fluido del cetaceo, andando quindi su e giù con il bacino e le gambe. Il moto dovrebbe essere continuo e durare circa 30 secondi. Ripetere l'esercizio per almeno 3-5 volte.

Allenare gli addominali in acqua è un ottimo metodo per avere addominali scolpiti senza traumatizzare gli arti con esercizi troppo duri. Tuttavia, ricordiamo che alcuni degli esercizi da fare in piscina non sono adatti a tutti, soprattutto se non si è in grado di galleggiare.

Commenti e opinioni