15 Novembre 2012

Diversi tipi di bici per far lavorare diversi muscoli

Andare in bici è un ottimo esercizio per allenare gran parte dei muscoli del corpo, rimanere in forma e aumentare la resistenza. Esistono diversi tipi di bici tra cui poter scegliere a seconda delle proprie esigenze. Il design della bicicletta influisce non solo sul lavoro svolto dai muscoli ma anche sul coinvolgimento della muscolatura stessa.

Solitamente, spingendo sui pedali si fa lavorare principalmente il quadricipite, la parte anteriore della coscia, mentre tirare i pedali allena maggiormente i muscoli posteriori della coscia. I muscoli del polpaccio invece sono stimolati di continuo. Tuttavia, in base al modello di bici, vengono coinvolti anche altri gruppi muscolari. Vediamo quali sono.

Bici da corsa

La bici da corsa ha copertoni sottili, manubrio basso, ruote leggere, ed è progettata per andare sulla strada e affrontare più facilmente le salite. Su una bici da strada, il ciclista si posiziona con le braccia perpendicolari al terreno, piegando leggermente i gomiti. Questa posizione tende a far lavorare maggiormente la parte superiore della schiena, il petto e i muscoli delle spalle. La zona centrale (core) viene altresì coinvolta per riuscire a trovare il giusto equilibrio.

Mountain Bike

Le mountain-bike sono progettate per percorrere sentieri e strade sconnesse. Queste bici assorbono molto bene gli urti, hanno ampi copertoni tassellati, la sella stretta e il manubrio piatto. I muscoli principali coinvolti durante la guida di una mountain bike sono gli addominali obliqui, la parte bassa della schiena, e soprattutto la zona core per riuscire a mantenere il mezzo in equilibrio sul terreno accidentato. La parte superiore della schiena e le spalle vengono allenate maggiormente nel momento in cui si cerca una posizione più dritta. La mountain-bike è forse il tipo di bici che permette di avere maggiori miglioramenti a livello muscolare proprio in virtù del fatto che impegna gran parte dei muscoli.

Bici da triathlon

La bici da triathlon possiede un manubrio aerodinamico che permette al ciclista di poggiare gli avambracci su di esso, in modo da togliere il peso dalla parte superiore del corpo e far lavorare in maniera più efficace la parte inferiore. Inoltre, l'inclinazione della sella permette di estendere meglio la schiena coinvolgendone la zona bassa e quella core.

Bicicletta reclinata

A differenza di tutte le altre bici, la bicicletta reclinata presenta una sella inclinata che fa in modo che le gambe siano tese di fronte al ciclista e in posizione rialzata. Il manubrio può trovarsi proprio in mezzo alle gambe oppure ai lati. Queste bici fanno lavorare quasi esclusivamente i muscoli delle gambe, dato che la parte superiore del corpo poggia contro lo schienale.

Cyclette

La cyclette permette di "andare in bici" stando fermi sul posto, e la resistenza viene creata con vari metodi tra cui il magnetismo, l'aria e il volano. Utilizzare questo attrezzo fa lavorare principalmente i muscoli delle gambe, mentre la parte superiore del corpo viene impegnata poco dal momento che il ciclista non ha bisogno di tenere in equilibrio il macchinario.

Commenti e opinioni