30 Maggio 2012

3 tipi di scarpa da corsa per 3 tipi di piede

Dal punto di vista biomeccanico, esistono tre tipi di corridori (per scoprire che tipologia di corridore sei leggi: Test per determinare il tipo di piede (neutrale, pronatore, supinatore)).

Non importa la marca delle scarpe da running scelta (sia essa Puma, Asics, New Balance ecc), queste si dividono in tre categorie principali, ognuna delle quali è studiata per venire incontro alle esigenze specifiche di ognuno dei tre tipi di corridore.

Neutro

Scarpa stabile: le calzature stabili combinano le caratteristiche di ammortizzamento con quelle di un solido supporto. Un esempio potrebbe essere il modello Asics GT 2170 o Mizuno Wave Inspire 8 (Leggi anche: Le migliori scarpe da corsa più stabili: Primavera 2012).

Pronatore

Scarpe che controllano il movimento: in queste calzature il controllo del movimento viene effettuato tramite supporti interni (per esempio intersuole a doppia densità). Questi supporti di sostegno frenano il movimento eccessivo di rotazione del piede verso l'interno. Una buona scarpa da running, che controlla bene il movimento, potrebbe trovarsi all'interno della serie Evolution di Asics.

Supinatore

Scarpe con un buon ammortizzamento: le calzature con cuscinetti (o comunque ammortizzate mediante altre tecnologie) enfatizzano una maggiore dispersione d'urto all'interno dell'intersuola e/o della suola esterna. Molti marchi di scarpe da corsa aggiungono materiali in zone come quella del tacco e dell'avampiede per migliorare le proprietà ammortizzanti della calzatura. Le tecnologie usate sono quelle ad aria, gel, hydro flow, ecc. Un buon esempio di scarpa ammortizzata potrebbe essere la Nike modello Pegasus.

Questi tipi di calzature differiscono tra loro per tutta una serie di caratteristiche, ma la più importante risiede proprio nella suola.

Leggi anche: Test per determinare il tipo di piede (neutrale, pronatore, supinatore)

Commenti e opinioni