16 Aprile 2012

8 suggerimenti per rilassarsi in vacanza

Spesso, quando si va in vacanza, si tende a preparare itinerari, a pianificare quali posti vedere e quali escludere perché non c'è mai abbastanza tempo, si preparano liste su liste di cose da portare, da comprare, da non dimenticare, e di conseguenza la vacanza finisce per trasformarsi in un qualcosa di ancora più stressante del lavoro.

Bisogna ricordarsi che una vacanza dovrebbe essere fatta soprattutto di relax, se vogliamo prenderci giorni di riposo dalle nostre attività quotidiane. La vacanza, in questi casi, non deve essere quella in cui bisogna fare assolutamente tutto o vedere tutto, bensì quella in cui non bisogna fare nulla e pensare a rilassarsi.

8 consigli per un viaggio in pieno relax

1. Soggiornare in un hotel/resort all inclusive - Spesso si fa l'errore di evitare gli hotel o i resort all-inclusive a causa dei costi e della mancanza di attrazioni. Magari si preferisce andare a visitare una città e vedere tutto, e non rimanere solamente all'interno di un lussuoso resort.

Tuttavia, quando si ha bisogno di rilassarsi veramente e lasciarsi andare, un resort all inclusive può essere la soluzione perfetta. Non solo ci si prende una pausa dal lavoro o dalle attività quotidiane, ma non bisogna preoccuparsi di alcun dettaglio che possa disturbare una vacanza come "dove andremo a mangiare?" o "come possiamo arrivare lì?" o ancora "Cosa faremo questo pomeriggio?". Inoltre, la maggior parte dei resort offre numerosi punti di ristoro sul posto, il trasporto è incluso e spesso prevede il trasferimento dall'aeroporto/stazione fino all'hotel, e di solito si prevedono tante attività in piscina, all'aria aperta, attrazioni come acquari, parchi divertimento ecc.

2. Vai alla acqua - Che si tratti del mare, di un fiume o un lago non lontano da casa, l'acqua offre uno scenario rilassante per una tranquilla vacanza. La cosa migliore di stare in riva al mare o al lago è che non dovete fare nulla per godervi lo spettacolo. Certo, si può nuotare o fare surf o anche pescare, a seconda di dove si va. Ma si può anche semplicemente stare seduti, sdraiarsi, guardare, ascoltare il suono delle onde.

3. Disfare la valigia - Non importa se si tratta di un lungo weekend o di una vacanza di 2 settimane, tenere tutto in valigia è sbagliato. Tuffarsi nei bagagli ogni mattina per cercare il vestito da mettere piuttosto che lo spazzolino da denti, può farvi sentire disordinati e disorganizzati. Questo di certo non favorisce un rilassamento totale. Anzi, è un richiamo costante che non si è a casa, nel proprio spazio. Bisogna quindi prendersi il tempo per mettere i vestiti nei cassetti e negli armadi, in modo da creare una casa lontano da casa anche in una stanza d'hotel non molto confortevole.

4. Fate delle liste, non degli itinerari precisi - Si può tranquillamente visitare la città e giocare a fare i turisti senza stressarsi. Il trucco è quello di preparare un calendario flessibile e meno rigido. Prima di partire per la vostra vacanza, fate una semplice lista delle attrazioni e delle cose da fare nella zona che desiderate visitare. Prendete nota dei costi, degli orari di apertura e dei giorni di chiusura. Fatevi uno schemetto semplice e non una tabella di marcia rigorosa. "Mercoledì andremo al safari. Finito il safari, andremo a fare un po' di shopping." E non "Alle 3 dobbiamo essere al centro commerciale, ed entro le 4 dobbiamo aver finito con lo shopping..." Si possono tranquillamente vedere i posti più desiderati anche senza dover per forza stare a guardare l'orologio per l'intera vacanza. Bisogna viverli i momenti, e non stressarsi pensando ad altro.

5. Meglio i contanti - Se avete fissato un determinato budget, è difficile godere appieno delle cose per le quali state spendendo soldi se dovete stare costantemente a pensare a quanto avete speso, a quando verrà addebitato sulla carta o sul conto ecc. Prima di partire, decidete quanto siete disposti a spendere durante la vacanza, per i souveneir, le cene fuori, ecc. Ora, ovviamente non c'è bisogno di portarsi tutto il contante dietro e andare in giro con tutti i soldi che avete con voi. Mettetene la maggior parte nella cassetta di sicurezza dell'albergo e prendete quello che vi serve di volta in volta. Questo potrebbe sembrare sciocco, ma è molto più liberatorio sapere che si può spendere quello che si ha con sé, senza preoccuparsi di brutte sorprese sulla carta di credito (o sull'estratto conto) una volta terminata la vacanza. È davvero difficile rilassarsi se si pensa costantemente ai soldi.

lasciatevi viziare coi massaggi

6. Lasciatevi viziare - Permettersi qualche libertà dona relax, soprattutto se si ha un ruolo di primaria importanza nella vita, come per esempio quello di prendersi cura di altre persone (vedi le mamme, padri, mariti, mogli, manager, e praticamente ogni adulto responsabile). Viziarsi un po' è qualcosa di molto soggettivo. Potrebbe trattarsi di un messaggio di 90 minuti in una vera e propria spa, o di acquistare qualcosa perché piace e non solo perché è in saldo, oppure ordinare un'ottima cena in un lussuoso ristorante o ancora andare in un famoso spettacolo di Broadway. Qualunque sia il lusso che volete concedervi dovete assolutamente farlo, deve esserci almeno una cosa solo per voi durante la vostra vacanza.

7. Dormire abbastanza - Avete mai notato quanto sia esausta la gente al rientro dalle vacanze? Be', forse è perché sono rimasti svegli fino a tardi per poi svegliarsi presto nel frenetico tentativo di fare di tutto e di più durante il loro "rilassante" soggiorno. Non vogliamo certo suggerirvi di dormire durante la vostra vacanza, ma almeno 7-8 ore di sonno o un pisolino pomeridiano bisogna concederseli, anche se questo significa depennare qualcosina dalla lista delle cose da fare. Anche se può sembrare un clichè, essere ben riposati è fondamentale per rilassarsi davvero.

8. Staccate la sina - Si sa, oggi lo smart phone è anche un accessorio da viaggio quasi indispensabile. Ci sono applicazioni per viaggiare, trovare luoghi, ristoranti ecc. Ma bisogna cominciare ad apprezzare il valore di non essere costantemente connessi mentre si è in vacanza. Prima, la gente restava giorni senza rispondere e-mail perché non esisteva lo smart phone! Come faceva a sopravvivere? Il fatto è che bisogna innanzitutto prendere coscienza del fatto che il mondo non crollerà perché si è irraggiungibili al telefono per qualche giorno. Se avete lasciato i bambini a casa con una baby-sitter o dai nonni, potrebbe essere importante tenere un cellulare con sé per le emergenze. Ma in questi casi si può anche comperare una scheda a parte, in cui avete i numeri dei familiari e delle persone care, e non i contatti del lavoro, per questi ultimi c'è sempre la segreteria telefonica. Ricordate che state pagando per la vostra vacanza! e che va bene prendersi una pausa da tutte le responsabilità e dagli obblighi una volta ogni tanto. Soprattutto ricordatevi che sarà tutto ancora lì che vi aspetta quando la vostra vacanza finirà, quindi godetevela!

Commenti e opinioni