04 Agosto 2014

Quanto sale si può assumere al giorno

Il sale è uno degli additivi alimentari più utilizzati per conservare e/o dare sapore ai cibi che mangiamo ogni giorno. Un grammo di sale contiene all'incirca 0,4 grammi di sodio. In condizioni normali, il fabbisogno quotidiano di sodio per una persona adulta varia da 100 a 600 milligrammi, che corrispondono pressappoco a 0,25-1,5 grammi di sale. Il limite di sodio accettabile per una persona adulta è comunque fissato intorno ai 2400 mg, ovvero 5-6 grammi di sale al giorno.

Il sale fa male quando viene assunto in eccesso perché un apporto elevato di sodio nella propria dieta può causare diversi problemi di salute tra cui: pressione sanguigna alta (ipertensione), aumento del rischio di malattie cardiache, osteoporosi, e in alcuni casi obesità per via del fatto che il sale spinge a consumare più bevande, soprattutto dolci o comunque zuccherate.

D'altro canto, un apporto adeguato di sale fa bene al nostro organismo dato che il sodio è un minerale necessario per il corretto funzionamento del corpo umano. Innanzitutto, il sodio regola la trasmissione dell'impulso nervoso, contribuisce a mantenere buono il livello idrico corporeo nonché a regolare l'equilibrio acido-base e la permeabilità delle membrane cellulari. Durante i periodi caldi, soprattutto in estate, si può aumentare l'apporto giornaliero di sale fino a 6 grammi per evitare la comparsa di crampi, la stanchezza mentale, e lo scarso appetito.

Purtroppo, nella dieta di un italiano medio, il consumo di sale ammonta a circa 12 grammi al giorno. Si tratta di un dato preoccupante soprattutto perché spesso non ci si rende conto del fatto che molti alimenti acquistati, preconfezionati, sono carichi di sale. Per questo motivo, è sempre necessario leggere le etichette dei prodotti confezionati che si trovano ai supermercati, evitando quei cibi contenenti alti livelli di sodio. Un solo etto di prosciutto crudo può arrivare a contenere fino a ben 200 milligrammi di sodio, una quantità che da sola potrebbe bastare a soddisfare il fabbisogno giornaliero di un adulto.

Dato che lo Stato per ora non ha intenzione di abbassare i limiti dell'utilizzo di sale nei prodotti confezionati, spetta a noi scegliere i cibi giusti, leggendo sempre le etichette e optando per le alternative meno salate o senza sale.