13 Novembre 2014

Come rilassare lo stomaco: tecniche e rimedi naturali

Il mal di stomaco è un malessere piuttosto comune: tutti periodicamente hanno a che fare con questo disturbo che può avere diverse cause e procurare tensioni e fastidi più o meno intensi. Molte e diffuse possono essere le cause delle tensioni addominali, e conseguentemente i rimedi e le tecniche per rilassare lo stomaco. Sicuramente uno dei principali fattori scatenanti è proprio lo stress.

La tensione nervosa finisce per accumularsi tutta in questo organo con fitte dolorose e lancinanti, e conseguente malessere diffuso in tutto l'organismo. Per questo motivo è importante imparare a rilassarsi anche in modo naturale per proteggere il nostro stomaco e preservare il benessere psicofisico. Il legame tra il cervello e lo stomaco è continuo, per questo, come suggerisce la NCCAM (National Center for Complementary and Alternative Medicine), è fondamentale, ancora prima di rilassare lo stomaco, imparare  a respirare bene per rilassarsi e utilizzare meno ossigeno. Respirare in modo corretto aiuterà a usare bene il diaframma; diminuire la frequenza respiratoria potrà, di conseguenza, rallentare la frequenza cardiaca e il mal di stomaco, sintomo evidente di attivazione di uno stato d'ansia.

Oltre a ciò, di seguito elenchiamo alcuni semplici rimedi e tecniche naturali per rilassare lo stomaco e proteggerne l'integrità a lungo:

1. Bere infusi rilassanti: tisane, tè e infusi di erbe rilassanti aiutano a eliminare tutte quelle tossine che rendono la digestione difficile e dolorosa. Camomilla, passiflora, zenzero e melissa sono solo alcune delle erbe che si possono assumere per calmare i nervi, e di conseguenza lo stomaco. Tali erbe, in particolare lo zenzero, risultano molto utili anche in caso di nausea e gonfiore associato alla difficoltà digestiva.

2. Effettuare un massaggio: non è necessario essere degli esperti massaggiatori poiché con poche e semplici mosse è possibile praticare da soli un massaggio per sciogliere tensioni e rigidità. Mettersi comodi, slacciando cinture e pantaloni, e poi procedere espirando, quindi facendo uscire l’aria dalla bocca e nel frattempo spingendo delicatamente in dentro la pancia. Questo esercizio ha un notevole potere rilassante sullo stomaco a patto che la pressione esercitata sia leggera.

3. Attività fisica: sembra un consiglio banale, ma praticare una regolare attività fisica aiuta a sciogliere le tensioni, e quindi anche a rilassare lo stomaco, nonché a espellere le tossine dal corpo. Non è necessario iscriversi in palestra o seguire corsi impegnativi; basterà una passeggiata - meglio ancora se in un parco o in un bosco incontaminato - una corsa leggera oppure un giro in bicicletta.

Commenti e opinioni