11 Novembre 2014

Polipi nasali: come alleviare il disturbo con rimedi naturali

Malattia cronica con andamento recidivante, la poliposi nasale è causa d’innumerevoli fastidi. Mal di testa, naso chiuso, tosse e peggioramento dell’asma sono solo alcuni dei sintomi provocati dalla presenza di tale patologia. Pensare di poter guarire i polipi nasali utilizzando esclusivamente rimedi naturali è impossibile. Se però si è stanchi di utilizzare farmaci in continuazione, si possono provare alcuni dei seguenti rimedi per attenuarne naturalmente i sintomi più fastidiosi.

Vapori

Le inalazioni di vapore acqueo aiutano a decongestionare il naso chiuso, consentono una più facile respirazione e sgonfiano leggermente i polipi presenti sulle mucose nasali.

Per una corretta inalazione di vapore si consiglia come prima cosa di prendere almeno un litro e mezzo d’acqua e portarlo a ebollizione. Appena l’acqua arriva a bollore, versarla in una bacinella piuttosto capiente, quindi prendere un telo o un asciugamano per coprire la testa, e posizionarsi sopra il catino cercando di non lasciare spazi aperti tra la bacinella e il viso. Rimanere in questa posizione, respirando profondamente i vapori prodotti dall’acqua calda, da 5 a 10 minuti. Per avere un minimo di giovamento è necessario ripetere l’operazione almeno 3 volte al giorno: mattino, pomeriggio, e sera prima di coricarsi.

Per rimuovere più facilmente allergeni e sostanze irritanti dalla mucosa nasale è possibile utilizzare una soluzione salina (semplice acqua con aggiunta di sale).

Trattamenti omeopatici

I rimedi omeopatici più utilizzati nel caso di polipi nasali sono il Teucrium marum 5 CH associato, in caso di frequenti episodi di sanguinamento, alla Sanguinaria canadensis 5 CH. Entrambi i rimedi devono essere assunti due volte al giorno nella dose di 3 o 4 granuli; il ciclo terapeutico avrà una durata di circa una ventina di giorni, ripetibile al bisogno dopo un mese.

Anche l'impiego di Thuya occidentalis 30 ch risulta molto utile per trattare la poliposi nasale. In questo caso il ciclo terapeutico prevede l’assunzione di una monodose una volta a settimana da ripetersi per 3 mesi.

Consigliati anche i Sali di Schussler da utilizzare 20 giorni al mese nella seguente posologia: al mattino una compressa di Calcium Carbonicum 6 D, e alla sera una compressa di Kalium chloratum 6 D.

(Testo di riferimento: Medicina naturale dalla A alla Z - Dott. Bruno Brigo).

Prima di ricorrere ai rimedi omeopatici, è bene sentire il parere del proprio omeopata di fiducia.

Polipi nasali: prevenzione

Per prevenire e alleviare la poliposi nasale è bene mantenere gli ambienti di casa ben umidificati; in questo modo si migliora il flusso di muco all'interno dei seni nasali e si contribuisce altresì a prevenire infiammazioni al naso. Nel caso in cui dentro casa c'è troppa aria secca è possibile ricorrere a un umidificatore ambientale. Oltre a ciò, sempre per migliorare il flusso di muco e per eliminare batteri, allergeni e altri agenti irritanti dal naso, si possono fare lavaggi nasali utilizzando un lota neti oppure un contenitore con beccuccio per l'irrigazione nasale. Per rendere più efficace il risciacquo delle cavità nasali si può effettuare il lavaggio con una soluzione salina.

Dato che la poliposi naso-sinusale può essere causata da qualsiasi disturbo capace di provocare un'infiammazione nelle cavità naso-sinusali come allergie, asma, e sinusite, è necessario prestare attenzione a tali fattori di rischio, e quindi trattarli adeguatamente.

La poliposi nasale è un disturbo difficile da curare con i soli rimedi naturali poiché, nella maggior parte dei casi, è necessario ricorrere a un'azione combinata di farmaci e chirurgia. Prima di utilizzare qualsiasi rimedio naturale per trattare i polipi nasali è necessario rivolgersi al proprio medico.

Commenti e opinioni