14 Novembre 2014

Dieta in bianco: gli alimenti per contrastare la diarrea

Cosa bisogna mangiare per fermare la diarrea? Nel caso in cui si tratti di una diarrea non ricorrente, è possibile regolarizzare la defecazione semplicemente adottando una dieta leggera, sana ed equilibrata, preferendo cibi in bianco. Nei casi più seri è necessario consultare un medico, che potrà suggerire l'uso di farmaci o altri rimedi antidiarroici.

Generalmente, una diarrea non grave si manifesta per un arco di tempo piuttosto limitato e con una frequenza bassa. Questa può essere generata dal consumo di alimenti avariati o che provocano intolleranze (per esempio cibi ricchi di glutine o lattosio), ma anche dagli effetti collaterali di un determinato farmaco. Innanzitutto, quando si soffre di diarrea bisogna stare attenti al rischio di restare disidratati. C'è infatti il pericolo di perdere molti liquidi, che bisogna reintegrare attraverso il consumo di acqua, possibilmente oligominerale naturale, ed eventualmente addizionata con del succo di limone fresco appena spremuto, un po' di zucchero, un po' di sale, oppure del bicarbonato di sodio.

Per quanto riguarda la dieta da seguire, questa deve essere il più possibile leggera, o in bianco. Per i primi piatti, si consiglia il consumo di pasta in bianco non integrale, riso in bianco, semolino con brodo vegetale, pane bianco (preferibilmente senza mollica), fette biscottate. Per quanto riguarda il secondo piatto, è possibile consumare uova lesse, alla coque o in camicia; formaggi, a patto che non siano fermentati, quindi si suggerisce la mozzarella, la ricotta, e la crescenza. Per quanto riguarda la carne: bresaola, prosciutto con pochi (o senza) grassi, e carne bianca. Per il pesce, il migliore è il filetto di platessa cotto al vapore, condito con un po' di olio e limone. Tra i vegetali, i migliori per contrastare la diarrea sono patate, carote (preferibilmente lessate), lattuga e spinaci (meglio se crudi), castagne, mela, banana, albicocca, pompelmo, ananas.

Tutti questi alimenti non devono essere eccessivamente conditi, anzi, meglio non utilizzare affatto i condimenti, soprattutto se troppo ricchi. Si dovrebbe utilizzare semplicemente un filo d'olio extravergine d'oliva.

Oltre ai cibi visti qui sopra, alcuni medici consigliano il consumo di prodotti contenenti fermenti lattici vivi, che aiutano a ristabilire la flora batterica intestinale, e quindi anche a regolarizzare l'espulsione delle feci. Tuttavia, non tutti i medici sono concordi con il ricorso a tali alimenti, quindi prima di assumere probiotici è bene consultare il proprio medico, che deciderà cosa è meglio fare nel proprio caso specifico.

Tra gli alimenti da evitare troviamo quelli contenenti troppe di fibre, dolciumi troppo elaborati, cibi e salse piccanti o con aromi irritanti, alimenti a base di farine integrali, prodotti grassi, legumi, fritture in generale, frutta secca, datteri, cachi, fichi e frutti di bosco.

Per quanto riguarda le bevande, queste non devono mai essere troppo fredde oppure troppo calde; bisogna evitare il consumo di bibite alcoliche, cioccolata calda o cacao, bevande ricche di caffeina, zuccheri e additivi chimici poiché sono iperosmolari, quindi richiamano liquidi nell'intestino peggiorando la diarrea. Tra le bibite, si sconsiglia anche il consumo di latte, in particolare nella fase acuta della diarrea.

Commenti e opinioni