05 Dicembre 2012

Olio di brahmi: proprietà e benefici

Il brahmi è una pianta erbacea originaria delle zone dell'India, Nepal, Cina, e Sri Lanka. Tale pianta è molto usata all'interno della medicina ayurvedica per via delle sue proprietà benefiche derivanti da diverse sostanze contenute al suo interno tra cui saponine, esteri, bacoside e bacopaside. L'olio di Brahmi è rinomato per le sue capacità di rimuovere la forfora, contrastare la caduta dei capelli, combattere l'insonnia, e favorire la prontezza mentale e la calma.

Rimedio per potenziare la memoria

I composti di bacoside contenuti nell'olio di brahmi costituiscono un ottimo tonico nervino capace di migliorare le prestazioni della memoria, aiutando nella concentrazione e nella comprensione. Questa sostanza inoltre è un naturale antiossidante dalle capacità neuro-protettive, molto importanti per combattere condizioni neurologiche come l'epilessia, legata a un deficit nell'apprendimento e nella memoria. In questo senso, l'olio di brahmi può costituire un aiuto naturale per calmare tali disturbi.

Trattamento contro la forfora

Le saponine presenti nell'olio di brahmi svolgono un'importante azione battericida e fungicida. Per sfruttare appieno le proprietà antiossidanti delle saponine, è possibile usare l'olio di brahmi per massaggiare il cuoio capelluto. In questo modo, oltre a nutrire il capello in profondità, si contrasteranno i batteri e i funghi che causano il prurito e la desquamazione associati alla forfora.

Rimedio contro la caduta dei capelli

Come abbiamo appena visto le proprietà fungicide delle saponine possono diminuire la forfora, ma possono altresì ridurre la caduta dei capelli, soprattutto se causata da funghi come la tigna. Questi funghi sono molto pericolosi per il benessere del capello perché si infiltrano nei follicoli sani e ne provocano l'indebolimento che, con il tempo porta alla caduta del capello. Questo problema viene identificato come calvizie associata alla tigna del cuoio capelluto. In tal caso, utilizzare l'olio di brahmi leggermente riscaldato per massaggiare regolarmente i capelli, almeno due volte a settimana, può impedire lo sviluppo di questi funghi, e quindi la caduta dei capelli causata da essi. Mentre alcuni sostengono che l'olio di brahmi possa essere in grado anche di combattere l'alopecia androgenetica, non si hanno prove certe a riguardo. Si può invece affermare con certezza che l'azione esercitata dal leggero massaggio sulla testa, favorisce la circolazione nel cuoio capelluto e facilita inoltre il trasporto di nutrienti ai capelli, migliorandone la salute e donando loro vitalità.

Calmante

L'olio di brahmi possiede proprietà calmanti che lo rendono un buon rimedio naturale per contribuire a trattare i casi di insonnia e malessere fisico causato dal nervosismo. Per godere di questi benefici, ancora una volta, basta massaggiare la testa per circa 10-15 minuti utilizzando l'olio. Ciò aiuterà a rilassare la mente e a conciliare il riposo. Molto probabilmente la capacità di migliorare la concentrazione di quest'olio è strettamente legata alla sua azione tranquillizzante. Infatti, si sa che con una mente serena e rilassata si è in grado di lavorare meglio.

Antinfiammatorio

Le saponine contenute nel brahmi possiedono altresì proprietà antiinfiammatorie capaci di contrastare i dolori provocati dalle infiammazioni, placare la tosse cronica e l'asma. L'olio di Brahmi inoltre può contribuire ad alleviare il gonfiore alle articolazioni, fornire sollievo dai fastidi dovuti a slogature e alcune condizioni reumatiche, facilitare la guarigione di piccole ferite e ulcere.

Commenti e opinioni