26 Giugno 2017

Dolore Al Sedere (Area Lombosacrale): Possibili Cause

Il dolore al sedere può essere temporaneo, se causato per esempio da strappi muscolari, lividi, borsiti, o sindrome del piriformi, ma può anche durare a lungo nel caso sia provocato da malattie come il cancro, l'artrosi dell'articolazione sacroiliaca o l'ernia del disco associato alla sciatalgia. Tutti i sintomi relativi ai dolori nella zona lombosacrale devono essere valutati in termini di intensità, durata, localizzazione del fastidio e fattori aggravanti o mitiganti.

È importante notare se il dolore al sedere varia di intensità quando si cammina, o quando si sta seduti oppure sdraiati. Inoltre, se il dolore interessa solo i glutei e si presenta dopo l'attività fisica con ogni probabilità è dovuto a uno strappo muscolare o alla formazione di acido lattico.

È altresì importante considerare la presenza o l'assenza di problemi di salute al fine di identificare con precisione la causa del dolore al sedere, e quindi il trattamento ottimale per risolvere il disturbo. Per esempio, spesso il dolore è dovuto a condizioni mediche quali l'incontinenza, o a contrazioni involontarie come gli spasmi muscolari, oppure a eruzioni cutanee, ma anche a disturbi in altre parti del corpo, in particolare all'anca, alla gamba e alla caviglia.

Vediamo ora quali sono le cause più comuni alla base dei dolori nell'area lombosacrale.

Borsite

La borsite è un'infiammazione a danno della borsa sierosa delle articolazioni. Può comparire anche nella zona dei glutei. Nello specifico, se si passa troppo tempo in posizione seduta si è a rischio di borsite gluteo-ischiatica, nota anche come "sedere del tessitore". I segni e sintomi principali della borsite sono il dolore, gli arrossamenti nella zona infiammata e la rigidità nei movimenti.

Cisti pilonidale

Le cisti pilonidali, note anche come cisti sacro-coccigee, si formano nella zona sacrale, nello specifico nella fessura che divide le natiche. Con ogni probabilità la comparsa di queste cisti è causata dalla normale azione di sfregamento che avviene tra i glutei e da un successivo incarnimento dei peli. Il dolore, localizzato al sedere, è accompagnato anche da bruciore e arrossamento, e varia di intensità in base al numero e alla grandezza delle cisti.

Spondilite anchilosante

La spondilite anchilosante è una forma di artrite cronica che colpisce la colonna vertebrale. Il principale sintomo di questa infiammazione è proprio il dolore nella zona lombosacrale che si irradia lungo tutto il gluteo.

Ascesso cutaneo

Un ascesso cutaneo è una raccolta di pus che può comparire in qualsiasi area della pelle. Se l'ascesso è presente sul sedere può causare dolore in quest'area, soprattutto a contatto con vestiti o quando ci si siede.

Ustioni

Se l'ustione si verifica nella zona dei glutei, in base alla sua gravità può causare più o meno dolore al sedere. Le ustioni possono essere superficiali, e quindi interessare solo l'epidermide provocando qualche fastidio, oppure possono essere di primo grado, secondo grado, terzo grado, o quarto grado. Man mano che i gradi aumentano, la bruciatura coinvolge sempre più strati interni della pelle, fino ad arrivare anche all'adipe, ai muscoli e alle ossa nell'ustione di quarto grado.

Ematoma

La formazione di un ematoma è dovuta a una raccolta di sangue fuoriuscito dai vasi sanguigni e può concentrarsi in qualsiasi tessuto oppure organo del corpo umano. Le cause degli ematomi sono diverse, tra cui lesioni, traumi, rottura dei vasi sanguigni già danneggiati a seguito di infezioni o malattie, problemi di coagulazione del sangue, assunzione di farmaci anticoagulanti, ferite dovute a interventi chirurgici.

Distorsioni e strappi

Quando si ha un infortunio a un legamento (distorsione) oppure a un muscolo o a un tendine (strappo) è possibile che il dolore si propaghi fino al sedere, soprattutto se sono coinvolti gli arti inferiori o la schiena.

Tagli, graffi, ferite, punture

Naturalmente, se sui glutei sono presenti tagli, graffi, ferite o punture, questi possono causare dolore, soprattutto quando si sta seduti o si tocca l'area interessata dalle lesioni.

Malattia degenerativa del disco e sciatica

La malattia degenerativa del disco porta a un logorio del disco intervertebrale, aumentando le probabilità di un'ernia discale che a sua volta può causare la sciatica. Il dolore si manifesta principalmente nella parte bassa della schiena, ma può anche scendere fino al sedere e a tutta la gamba.

Sciatica

La sciatica, o sciatalgia, è caratterizzata da un dolore che, in genere, inizia dalla parte bassa della schiena, si irradia sul gluteo e corre lungo tutta la parte posteriore della coscia. Tipicamente, la sciatica interessa un solo lato del corpo, e quindi una sola gamba, ma non si escludono casi in cui sono coinvolti entrambi gli arti inferiori.

Fibromialgia

La fibromialgia è una malattia cronica caratterizzata principalmente da dolore muscolare e da sintomi quali stanchezza, disturbi del sonno, stress, rigidità muscolare, percezione alterata degli stimoli, ansia e depressione. I punti focali (tender points) dove il dolore è principalmente localizzato sono 18 e, tra questi, 2 sono situati sopra le natiche e 2 sotto le natiche lateralmente.

[Potrebbe interessarti: Fibromialgia: Erbe Rilassanti Per Alleviare I Dolori Muscolari]

Ernia del disco

Il dolore lombare e sacrale è uno dei sintomi principale dell'ernia del disco nella regione lombare o lombosacrale, ovvero le aree in cui più frequentemente si manifesta l'erniazione discale. L'ernia del disco si verifica soprattutto a partire dai 30-40 anni.

Stenosi spinale lombare

Il dolore provocato dalla stenosi vertebrale lombare compare principalmente quando si fa uno sforzo, si cammina o si sta in piedi, mentre tende a migliorare quasi subito quando si è a riposo, quindi sdraiati o seduti. Una delle cause più comuni della stenosi spinale lombare è l'artrite degenerativa. Altre cause meno comuni sono tumori, infezioni, disturbi metabolici, fratture, malattie ossee sistemiche tra cui il morbo di Paget.

Artrite psoriasica

L'artrite psoriasica è una malattia infiammatoria autoimmune che colpisce la pelle e le articolazioni, le quali risultano doloranti, irrigidite, gonfie e molto difficili da muovere.

Artrite reattiva

Il dolore lombare è uno dei sintomi dell'artrite reattiva, o sindrome di Reiter, un'infiammazione cronica delle articolazioni accompagnata da altri tre disturbi: congiuntivite, uretrite/enterite, lesioni delle mucose e/o della cute.

Disfunzione sacroiliaca

La disfunzione sacro-iliaca genera dolore nella regione del bacino, coinvolgendo dunque le articolazioni situate tra l'osso sacro e le ossa iliache.

Herpes zoster

L'herpes zoster, o fuoco di Sant'Antonio, è una malattia virale causata dal virus della varicella zoster (VZV) e caratterizzata da un'eruzione cutanea dolorosa. Il dolore derivante dalla malattia è spesso accompagnato da bruciore, prurito, formicolio, ipersensibilità cutanea.

Infezioni da stafilococco (Staphylococcus aureus)

Le infezioni da Staphylococcus aureus possono causare diverse malattie, le quali a loro volta possono produrre dolore in qualsiasi parte del corpo, inclusa la zona lombosacrale.

Infezioni delle vie urinarie

Tra i segni e sintomi più comuni dell'infezione delle vie urinarie (IVU) troviamo il bruciore durante la minzione e la pollachiuria (minzione frequente). È inoltre possibile avvertire dolore addominale, nella zona lombare e sull'osso pubico.

Tumore osseo

Il tumore alle ossa è raro, ma può colpire qualsiasi parte del corpo, incluso le ossa del bacino, causando dolore nelle zone affette. Inizialmente il dolore che si avverte è di tipo occasionale per poi diventare via via più costante quando la malattia progredisce. Il dolore può peggiorare se si svolgono attività che coinvolgono la zona interessata. I tumori maligni alle ossa presentano anche altri segni e sintomi, tra cui la fragilità ossea, quindi facili fratture, il gonfiore, la febbre, la sudorazione durante la notte, e l'andatura difettosa nel caso in cui il tumore colpisca le ossa di una delle due gambe o del bacino.

Come abbiamo visto i fattori che causano il dolore al sedere sono molteplici e di diversa natura. L'elenco sopra riportato è una semplice guida dei principali problemi che possono innescare il dolore nella zona lombosacrale. Ricordiamo dunque che per individuare con esattezza qual è la causa del proprio disturbo è sempre necessario rivolgersi al proprio medico.

Commenti e opinioni


Commenti   

0 #1 Gino 2017-06-30 10:01
io ho sempre dolore al sedere quando mi siedo, ma proprio non riesco a capire cos'è. ho fatto anche controlli ma niente. sembra tutto a posto.
Citazione | Segnala all'amministratore